Ransomware of Things, la minaccia internet del 2017

Tra le principali minacce alla sicurezza previste per il 2017 c’è una nuova forma di ransomware, già definita Ransomware of Things, che colpisce la rete domestica e tutti i dispositivi connessi, tra cui elettrodomestici e sistemi interni collegati in rete.

Quest’anno invece la minaccia principale alla cyber security è stata quella perpetrata dai ransomware, veri e propri software malevoli creati da hacker per rubare e bloccare i dati di privati e aziende e che potrebbero essere sbloccati (forse) in seguito al pagamento di un riscatto. Solamente in Italia nel 2016 i ransomware hanno colpito fino al 40% dei computer veicolati, provocando danni enormi ai dati di migliaia di imprese e privati.

Così come i dispositivi Internet of Things connettono le apparecchiature di nuova generazione alla rete, i Ransomware of Things ne sfruttano le vulnerabilità e ne prendono il controllo. Spesso infatti questi nuovi dispositivi hanno protocolli di sicurezza al di sotto degli standard consigliati, spesso protetti da password comuni o deboli, come il semplice “admin” almeno il 15% dei router domestici. A pensarci bene quanti di noi hanno in casa console per videogiochi, telecamere, impianti audio e video connessi a internet?

L’utilizzo di password complesse è sempre la soluzione migliore per la protezione dei nostri dispositivi, mentre le case produttrici studiano metodi sempre più efficaci per far fronte ai continui attacchi e alle minacce informatiche sempre in aumento.

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.