Ransomware: aumentano gli attacchi, in pericolo anche l’IoT

Il 2016 è stato un anno difficile sul fronte Ransomware, con attacchi che contano una salita del 400% rispetto al 2015. Nel 2016 per iOS macOS ed altri prodotti Apple, sono stati trovati 50 punti di debolezza, 76 per Microsoft e 135 bug per i prodotti Adobe. 

Un accrescimento che secondo le previsioni della cyber security internazionale non cesserà, anzi è destinato ad essere maggiore nonché diversificato su più fronti e che si prevede punterà sempre più a colpire le reti aziendali e addirittura l’Internet of Things. La stima provvisoria conta un 25% in più di famiglie Ransomware con un’aggressività maggiore, a rischio anche Pos e Atm, mettendo a repentaglio ogni azione correlata all’utilizzo di reti internet.

Gli assalti via mail sono destinati ad essere sempre più frequenti mentre le tecniche di inganno tramite messaggi di social engineering sono più sofisticati e personalizzati, rendendo così l’identificazione della truffa pressoché impossibile.

Leave a Reply