Il tuo account Facebook è stato violato?

Lo scandalo dell’utilizzo improprio dei dati personali degli iscritti a Facebook da parte della società britannica Cambridge Analytica ha colpito moltissime di persone, con un numero che potrebbe superare gli 87 milioni (di cui almeno 214mila italiani).
I dati sono stati raccolti tra il 2013 e il 2015 tramite un’app chiamata “This is your digital life”, un quiz sulla propria personalità digitale che ha permesso di acquisire informazioni personali. Fino al 2014 agli sviluppatori di terze parti ciò era concesso anche senza autorizzazione da parte degli utenti.
Il social network sta inviando notifiche a tutti i suoi utenti, per sensibilizzarli sulle impostazioni relative alla privacy, ed ha messo a punto una pagina in cui è possibile sapere se i dati sono stati trafugati:

https://www.facebook.com/help/1873665312923476?helpref=search&sr=1&query=cambridge

Nella stessa pagina è poi possibile trovare un collegamento veloce alle impostazioni, per poter così controllare o eventualmente rimuovere l’accesso ai dati da parte delle app che non vengono più utilizzate.

Inoltre dal 25 maggio in Europa sarà in vigore il GDPR e Facebook (con la sua sede in Irlanda) dovrà conformarsi alla norma, pena l’applicazione di sanzioni fino a 20 milioni di euro o il 4% del fatturato.

Scopri come Cyber Intuition può aiutare la tua azienda a salvaguardare file e dati sensibili per adeguarsi alla normativa GDPR

CLICCA QUI

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.